Home / Assicurazione Auto / Polizza Infortuni Conducente

Polizza Infortuni Conducente

Quando si stipula il contratto assicurativo RC Auto è possibile aggiungere a tale polizza delle garanzie accessorie. Tra queste garanzie vi è la polizza infortuni conducente, di cui vi parleremo oggi.

 

A cosa serve essere assicurati contro gli infortuni del conducente?

Questa garanzia accessoria serve ad ottenere un risarcimento di tipo economico nel caso in cui il conducente dovesse subire dei danni fisici derivanti da un sinistro effettuato con colpa. In parole più semplici questo significa che se il guidatore dovesse essere coinvolto in un incidente stradale e dai rilievi si accertasse che egli è il colpevole del sinistro, qualora subisse dei danni fisici sarebbe rimborsato economicamente dall’assicurazione.

 

Polizza Infortuni Conducente

 

L’RC Auto copre già questo tipo di risarcimento?

No, l’RC Auto in caso di colpa del conducente si occupa di rimborsare economicamente esclusivamente i danni effettuati sugli altri veicoli, alle persone, alle cose ed ai passeggeri trasportati nel proprio veicolo. L’autista quindi se è colpevole del sinistro stradale se non è stata stipulato in precedenza la polizza infortuni conducente non sarà rimborsato per gli eventuali danni fisici subiti.

Questo tipo di polizza quindi è stata ideata dalle compagnie assicurative proprio per far rientrare il conducente tra le persone che, nel caso in cui si è colpevoli di aver creato il sinistro stradale, saranno rimborsate nel caso si subissero dei danni fisici.

 

Che tipo di rimborso possono ottenere dalla polizza infortuni conducente?

Abbiamo già detto che questo tipo di garanzia accessoria va a rimborsare economicamente i danni fisici subiti dal conducente con colpa. L’ammontare economico di quanto sarà rimborsato è variabile in base al tipo di contratto che viene stipulato. Proprio come avviene per l’RC Auto è possibile impostare un massimale anche per questa garanzia. Di conseguenza il costo della polizza varierà in base all’importo del massimale che sarà scelto. Alcune compagnie assicurative includono nella polizza infortuni conducente le casistiche di morte o di invalidità permanente, altre assicurazioni invece prevedono il mantenimento economico di tutte le spese sanitarie che dovranno essere sostenute dal conducente.

Non si potrà quindi parlare di quanto si può essere rimborsati se nel momento del contratto RC Auto si è aggiunta anche la garanzia accessoria sugli infortuni del conducente, ma si potrà esclusivamente parlare in maniera generica, proprio perché esistono differenti contratti assicurativi e quindi ogni contratto va valutato in base alle clausole comprese e previste.

 

Franchigia e scoperto.

Alcune compagnie assicurative effettuano degli sconti sul prezzo del premio assicurativo delle garanzie accessorie a fronte di una franchigia o di uno scoperto. Tali opzioni solitamente permettono all’assicurato di risparmiare ma attenzione, nel caso in cui si verificasse un incidente il conducente non sarà rimborsato al 100% ma il rimborso sarà da valutare in base alla percentuale di franchigia allo scoperto previsti in fase contrattuale. Solitamente nel contratto sarà anche presente un massimale, ossia una somma massima entro la quale si ha diritto all’applicazione della franchigia o dello scoperto.

 

Guida esperta e guida esclusiva.

Ultimamente per risparmiare in tanti stipula del contratto di RC Auto utilizzando le clausole guida esperta e guida esclusiva. Tali clausole permettono al contraente di risparmiare, e non poco. In sintesi si decide chi può guidare il veicolo assicurato. Se il veicolo viene assicurato con la clausola di guida esperta questo sarà coperto assicurativamente solo se il conducente ha la patente di guida da più di due anni e se ha più di 26 anni. Se il veicolo viene assicurato con la clausola guida esclusiva questo sarà coperto assicurativamente solo se il conducente è stato inserito nella lista dei conducenti abilitati al momento del contratto.

Detto questo, cosa accade per quanto riguarda la polizza infortuni al conducente se chi guida l’auto è un soggetto diverso da quelli abilitati, cioè tutelati in caso di incidente stradale? Questa polizza copre esclusivamente i conducenti abilitati, pertanto se alla guida del veicolo vi sarà un soggetto non abilitato nella copertura assicurativa non vi sarà alcun tipo di rimborso economico.

 

Altre possibili clausole.

Nel contratto potrebbero essere presenti altre clausole, tra queste vogliamo ricordare quelle riguardanti lo stato di ebbrezza del conducente o gli effetti di sostanze stupefacenti. Talvolta è possibile incontrare queste clausole nel contratto assicurativo. Il conducente che si trovi in una di queste due situazioni non sarà rimborsato se tali clausole sono presenti nel contratto.